<data:blog.pageTitle/>

This Page

has moved to a new address:

http://15zen.net

Sorry for the inconvenience…

Redirection provided by Blogger to WordPress Migration Service
Vivi Zen: 8 Errori che Potrebbero Uccidere il Tuo Blog

lunedì 5 gennaio 2009

 

8 Errori che Potrebbero Uccidere il Tuo Blog

Recentemente ho scovato in rete un post interessante, incentrato sugli errori che generalmente penalizzano il potenziale successo di un blog.

Eccone di seguito un elenco:

1. Post inutili. Sebbene alcuni dei blog più popolari siano “semplicemente” interessanti o di puro intrattenimento, la maggior parte dei navigatori, quando esplora la rete, è alla ricerca di informazioni specifiche, quali ricette, consigli finanziari, recensioni, e così via. Nei blog il popolo del web ricerca in genere dei post utili, e li vuole individuare rapidamente. Un blog di successo, dunque, dovrebbe presentare sulla propria home page dei post ricchi di informazioni utili, in modo tale che il lettore non sia costretto a girovagare troppo per il blog, con il rischio che perda la pazienza e preferisca rivolgersi altrove.

2. Post sporadici. Se il lettore apre un blog e nota che l’ultimo post risale a due mesi prima, gli sarà chiaro che il blog non è aggiornato con regolarità. E per quanto possa contenere numerosi post interessanti, il lettore non avrà alcun interesse a sottoscriversi o a ritornare su quel blog se è ben consapevole del fatto che non viene aggiornato di frequente. Si ritiene che un”buon” blog debba essere aggiornato con nuovi post almeno una volta la settimana, un lasso di tempo più ampio ne decreterebbe l’insuccesso. Due o tre volte la settimana è una soluzione migliore e la scelta ottimale è certamente 4-5 volte la settimana. Naturalmente le caratteristiche del blog possono imporre una frequenza addirittura maggiore (si pensi ai blog di notizie che vengono aggiornati anche più volte al giorno).

3. Giustificarsi per aver scritto sporadicamente. Cosa c’è di peggio che notare che l’ultimo post risale a due mesi prima? Leggere il primo paragrafo di un post e trovarvi una frase del tipo “Scusate, ma ultimamente sono stato molto impegnato e non ho avuto tempo per scrivere. Prometto che posterò i miei articoli più di frequente!”. Non mortificare così il tuo blog. Se davvero di recente non hai avuto tempo per scrivere, allora impegnati e scrivi alcuni bei post di qualità che i tuoi lettori possano apprezzare. Scrivere post sul fatto che non hai avuto tempo per scrivere non ha molto senso.

4. Non mettere in evidenza i post migliori. Per un nuovo lettore non è affatto agevole ricercare i post migliori nella grande massa di mesi di archivio. Il nuovo lettore vuole trovare all’istante i tuoi migliori post, e li vuole trovare in prima pagina. Non devi necessariamente riportarli per intero, è sufficiente il titolo ed il link in un box laterale. Si ritiene che una lista di almeno 10-20 post essenziali sia una sorta di “obbligo” per il blogger di successo. Non rendere la vita difficile al nuovo lettore che si avvicina ai tuoi articoli.

5. Pubblicità fastidiose. Pubblicità lampeggianti, nuove finestre che si aprono, jingle ripetitivi, sono tutti elementi che infastidiscono il lettore. Con molta probabilità non farà più ritorno su quel blog. Infastidire il lettore non è affatto una buona strategia.

6. Vendere prodotti con troppa insistenza. Tutti noi ci siamo imbattuti in alcuni blog davvero molto ben fatti e ricchi di post utili ed interessanti, ma a volte la loro pecca più grande è quella di cercare necessariamente di venderci qualcosa. Non parlo di banner laterali, o di banner collocati prima o dopo un post, ma di pubblicità inserite all’interno del post. Non c’è niente di male a pubblicizzare qualcosa anche all’interno del post, ma sarebbe opportuno farlo solamente di tanto in tanto. Pubblicizzare un prodotto all’interno di ogni singolo post può scoraggiare ed allontanare qualsiasi lettore.

7. Post troppo lunghi di difficile lettura. Spesso capita di riuscire a trovare dei post che contengono informazioni davvero utili ed interessanti, ma nei quali al contempo risulta difficile individuare le informazioni specifiche che stiamo cercando. Per poter catturare l’attenzione del lettore e consentirgli di trovare rapidamente ciò di cui è alla ricerca, sarebbe opportuno utilizzare degli elenchi puntati, evidenziare o sottolineare i concetti chiave, riportare tra virgolette delle citazioni, dividere il testo in paragrafi. Rendi facile il compito del lettore!

8. Non tenere in ordine il blog. Questo punto è spesso legato alla pubblicità fastidiosa che troviamo in alcuni siti, ma fondamentalmente è chiaro che troppi elementi in una stessa pagina non possono fare altro che mandare in confusione il lettore. Sarebbe opportuno, quindi, non stipare il proprio blog non solo di pubblicità, ma anche di quella miriade di tool, loghi e giochi che il web ci offre. Il lettore è nel tuo blog per leggere i post, non per altro. Se il blog è troppo confuso o disordinato non potrà certo focalizzarsi sul post. Elimina tutto ciò che non sia davvero necessario. Fai sì che la lettura sia un’esperienza piacevole.

Che ne pensate, siete d’accordo? Avete Altri consigli? Grazie!





<< Home page

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

Iscriviti a Post [Atom]