<data:blog.pageTitle/>

This Page

has moved to a new address:

http://15zen.net

Sorry for the inconvenience…

Redirection provided by Blogger to WordPress Migration Service
Vivi Zen: Zen e l’Arte di Camminare

venerdì 23 luglio 2010

 

Zen e l’Arte di Camminare

Cosa può mai esserci di intimo e spirituale nel camminare? In fondo, camminare è qualcosa di estremamente ordinario, lo facciamo tutti i giorni. Ma a ben vedere, non si tratta solamente di esercizio fisico.

Camminare con consapevolezza può insegnarci ad essere presenti nel momento e ad apprezzare la vita così come si rivela a noi ogni istante. 

Nella tradizione Zen, il camminare viene visto come un possibile ponte tra la meditazione e la vita quotidiana, una modalità per far confluire naturalmente la prima nella seconda.

Camminare con consapevolezza altro non è che meditazione in movimento. Come qualsiasi altra attività, anche il camminare può infatti essere affrontato con consapevolezza o meno.

Spesso accade che quando camminiamo non siamo presenti nel momento, siamo inconsapevoli, non siamo centrati nel presente e la nostra mente è solo un groviglio di pensieri. Stiamo camminando con il pilota automatico. Guardiamo in basso, l’ambiente circostante e le altre persone quasi non esistono.

Quando invece camminiamo in modo consapevole la realtà intorno a noi si rivela in tutta la sua intensità.
Siamo presenti, stiamo assaporando la nostra vita.

Camminare ci mantiene in contatto con il corpo.

Quando camminiamo in modo consapevole siamo anche in comunicazione con il nostro corpo. Diventiamo più sensibili ai suoi bisogni, si tratti di cibo o di regolare esercizio fisico.

Camminare rilassa la mente.

Alcune persone hanno una mente così attiva che non riescono ad affrontare la meditazione tradizionale perchè il fatto di restare seduti a meditare anche solo per alcuni minuti viene da loro percepita come una tortura. Se sei una di queste persone, allora camminare in modo consapevole può diventare la tua personale meditazione. Quando camminiamo con consapevolezza, la mente si rilassa in modo semplice e naturale.

Camminare migliora l’umore.

Molti di noi sono spesso di cattivo umore e in alcuni casi depressi. La meditazione in queste situazioni può avere degli effetti negativi perchè ci spinge a guardare dentro noi stessi e a stare per un momento lontano dal mondo. La meditazione tradizionale, eseguita stando seduti e magari con gli occhi chiusi, può quindi non aiutare. In questi casi la meditazione in movimento, camminando, può essere assai efficace e tirarti su di spirito. Provala quando sei di cattivo umore!

Camminare ha effetti benefici sulla salute.

Per me essere in salute significa benessere per il corpo, la mente e lo spirito. Camminare è uno dei rimedi migliori per il nostro benessere generale – ed è gratuito! Quando camminiamo il respiro è più profondo, il cuore e i polmoni si tonificano, la mente si rilassa e lo spirito ne esce rinvigorito.

Ecco allora alcuni consigli su come meditare camminando::
• Cammina ad un passo lento
• Tieni la testa in alto
• Sii consapevole di ciò che vedi e di ciò che senti
• Cerca di percepire le sensazioni del tuo corpo.
• Coordina i tuoi respiri con i tuoi passi
• Lascia che la terra ti guidi

Inizia a camminare senza esagerare. Prova con 10 minuti. Se lo fai tutti i giorni, noterai presto una differenza nel tuo stato di benessere generale.

Etichette: ,






<< Home page

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

Iscriviti a Post [Atom]