Come Diventare Più Pazienti

“Colui che ha pazienza può ottenere ciò che desidera” - Benjamin Franklin

A noi tutti spesso capita di innervosirci e perdere la pazienza anche quando siamo consapevoli che la soluzione più appropriata sarebbe quella di rimanere tranquilli. Perdiamo la pazienza con i nostri familiari, con i nostri amici e a maggior ragione con coloro che non ci sono particolarmente simpatici.

E’ possibile gestire la rabbia ed evitare reazioni violente? Probabilmente sì, e forse, come vedremo, è la calma il modo migliore per gestire anche le situazioni più critiche e stressanti. La pazienza è, in effetti, una della qualità migliori che ciascuno di noi è in grado di sviluppare.

Ecco, dunque, alcuni consigli per evitare che la rabbia condizioni eccessivamente il nostro comportamento e per far sì che la pazienza diventi parte integrante del nostro atteggiamento nella vita di tutti i giorni. Ciò non cambierà le cose nel giro di poco tempo, ma nel lungo termine potrai apprezzarne i benefici e constatare come la pazienza e un atteggiamento pacifico sono qualità che forse già risiedono in ognuno di noi.

1. Guarda all’insieme, non soffermarti sul particolare

Spesso, quando la rabbia prende il sopravvento, non siamo in grado di osservare con distacco la situazione che ha causato la nostra irritazione. Non siamo capaci di analizzarla oggettivamente o di considerarla da una prospettiva differente. Il nostro io è focalizzato esclusivamente su ciò che ha generato il nostro impulso rabbioso.

Prova allora a fare uno sforzo e ad osservare la situazione nel suo complesso. La prossima volta che qualcuno si comporta in modo tale da suscitarti rabbia o irritazione, cerca di non reagire impulsivamente e di individuare invece le ragioni che hanno spinto quella persona ad assumere quel particolare atteggiamento. Perchè ha avuto quel comportamento? Intendeva deliberatamente farti arrabbiare? Scoprirai presto che nella maggior parte dei casi la sua intenzione non era quella.

Spesso le persone assumono un determinato comportamento solamente perchè qualcosa nella loro vita in quel momento non va per il verso giusto e allora sfogano il proprio stato d’animo nei confronti del prossimo. Prova allora a pensare al tuo interlocutore e cerca di comprendere che il suo comportamento non era intenzionalmente volto a farti arrabbiare, ma era solo espressione di una propria frustrazione. Cerca dunque di essere paziente, non arrabbiarti e prova piuttosto ad aiutare tu quella persona.

2. Il tuo nemico è il migliore dei tuoi maestri

Questa affermazione è uno dei migliori insegnamenti offerti da Buddha. Per quale motivo? Perchè solamente i nostri nemici, credo, possono offrirci la possibilità di sviluppare davvero la nostra pazienza. Ci possono dare l’occasione di essere una persona migliore ed imparare a gestire le situazioni avverse.

Dunque, la prossima volta che qualcuno cerca di suscitare la tua rabbia, prova a considerarlo come la più gentile delle persone. Cerca di pensare che ti sta facendo un favore. Ti sta dando l’opportunità di controllare la tua rabbia e di rimanere calmo e paziente, ti sta fornendo la possibilità di migliorare come persona. E’ il tuo maestro, come potresti mai odiarlo?

3. Usa la logica

La logica può rappresentare un valido alleato per far sì che la pazienza diventi una nostra qualità personale. In particolare, dobbiamo semplicemente guardare alla logica della causa ed effetto.
Come potrai agevolmente notare nella vita di tutti i giorni, coloro i quali perdono facilmente la pazienza, urlano, si arrabbiano o non fanno altro che criticare il prossimo, molto spesso si ritrovano soli ed abbandonati. Difficilmente si vuole essere amico o confidente di qualcuno che alla prima occasione perde la pazienza e si arrabbia.

La prossima volta prova allora a riflettere sul fatto che un continuo atteggiamento di irascibilità non farà altro che allontanare coloro che ancora ti sono vicini, lasciandoti piano piano sempre più solo. Ne vale la pena?

4. Non guardare all’esterno, osserva dentro di te

Quando si inizia a meditare accade qualcosa di divertente. Iniziamo a realizzare che la maggior parte dei nostri problemi sono legati non alle situazioni problematiche in sé, ma esclusivamente alla percezione che noi stessi abbiamo di quelle situazioni. Il centro dei nostri problemi siamo noi. In linea con questa considerazione, può rivelarsi estremamente utile, per diventare davvero pazienti, imparare ad osservare sé stessi piuttosto che la causa esterna.

Quando senti che qualcuno o qualcosa ti sta provocando una reazione rabbiosa, prova semplicemente ad osservare la tua reazione, sforzati di esserne totalmente consapevole. Sii presente nel momento. Non focalizzarti sull’oggetto della tua rabbia, quanto piuttosto sul tuo comportamento. Si tratta di una reazione ragionevole? E’ in qualche modo utile? La mia rabbia porterà davvero qualche risultato positivo? Comprenderai allora che perdere la pazienza quasi mai sortisce alcunché di buono, contribuisce anzi a deteriorare i rapporti e a montare la nostra frustazione. Impara allora ad osservarti, la soluzione sei tu.

5. Realizza che la pazienza è la soluzione migliore

Non so voi, ma quando mi arrabbio e perdo la pazienza, la mia giornata è rovinata. Subentra immediatamente uno stato d’animo cupo e negativo, difficilmente riesco a riacquistare celermente la mia tranquillità. Allora, ne vale davvero la pena?

La pazienza, in fondo, è la scelta migliore che abbiamo a disposizione. Possiamo scegliere di rimanere calmi. Non dobbiamo far altro che non arrabbiarci! All’inizio non sarà facile, ma nel lungo termine sarà molto più agevole, basta sforzarci un poco.

Quando stai per arrabbiarti, cerca di ricordare a te stesso che perdere la pazienza ti renderà più nera la giornata e che avrai bisogno di molto tempo ed energia per riconquistare la tua serenità.

6. Pensa all’impatto della tua rabbia sugli altri

Probabilmente ognuno di noi in passato ha fatto o detto qualcosa, in un momento di rabbia, di cui si è poi amaramente pentito. Questo perchè i comportamenti e le parole dettate dalla rabbia possono davvero ferire chi ci è vicino e spesso si tratta proprio delle persone a cui volgiamo più bene, familiari ed amici.

La prossima volta che stai per perdere la pazienza, pensaci bene, potresti fare del male a qualcuno a cui tieni e il ricordo di quell’azione ti farà sentire ancor peggio nel futuro. Impara a sviluppare la pazienza, in fondo è soltanto questione di pratica, ben presto realizzerai da solo che la calma e la tranquillità sono tra le qualità migliori che puoi avere come persona.

16 commenti:

  1. CALMA LA TUA MENTE ED OTTIENI IL MEGLIO ;-)

    RispondiElimina
  2. la pazienza è la virtù dei forti!
    Ma non è facile, utili i tuoi consigli, bisognerebbe ricordarli quando ci si arrabbia e si perde la pazienza. Buona serata

    RispondiElimina
  3. Con i miei complimenti! Questa è una via che ci saprà portare lontano. Grazie. Corrado

    RispondiElimina
  4. Le parole sono belle da leggere ma difficili da realizzare...ci provo ma non ti prometto nulla!

    RispondiElimina
  5. Sono di passaggio e trovo già molto interessante sostare nel tuo blog!
    "La Pazienza è la virtù dei forti"...Peccato che non è così semplice! Tocco con mano che ogni volta che perdo le staffe, subito dopo sto peggio di prima...Trovo molto illuminante leggere i tuoi consigli, ci proverò! Per il momento ho deciso di continuare a seguire questo blog e viaggiare con la mente e le emozioni; mi piacerebbe riprendere una certa pratica meditativa, tempo fa feci l'esperienza della meditazione trascendentale e zen...Oggi rileggendo le tue pagine provo un gran senso di vuoto e nostalgia per quei tempi...
    Uncaroabbraccio!

    RispondiElimina
  6. Facile a dirsi comunque ci proverò

    RispondiElimina
  7. Anonimo20:58

    Le tue parole fanno riflettere ed istintivamente viene da provarci, ma troppo spesso la rabbia scatturisce da situazioni esterne a volte catastrofiche. Vero che l'ira spesso non porta da nessuna parte, anzi puo' ferire gli altri, ma e' pur vero che la rabbia e' un sentimento con cui si nasce, il neonato prova amore, paura e rabbia
    Vorrei aggiungere che il mondo moderno non aiuta a non arrabbiarci, anzi fa esattamente il contrario, ci rende nevrotici e la rabbia spesso diventa uno sfogo , inutile dirai tu e posso anche concordare...ma ho visto gente cadere in depressione per cercare di mantenere una calma apparente....
    Come la metti tu e' un po come porgere l'altra guancia, se ti aggrediscono sorridi e cerca di capirli....non e' cosi' facile....

    RispondiElimina
  8. ANONIMO HA DETTO,
    OPERSO LA PAZIENZA DEVO CALMARMI
    12 52

    RispondiElimina
  9. HO PERSO PROPRIO LA PAZIENZA DEVO
    SORRIDERE

    RispondiElimina
  10. Anonimo18:20

    il tuo nemico è il tuo maestro......

    RispondiElimina
  11. Anonimo08:22

    la rabbia che ho dentro è più forte di me......come un vulcano travolgo e ci vogliono due giorni per respirare bene.Io so che non devo incassare e poi esplodere,ma la mia timidezza poi mi fa aggressivo
    voglio provare..... tanto non ho niente da perdere

    RispondiElimina
  12. Fabio16:03

    ma la pazienza non si "perde" o la si ha o non la si ha secondo me può crescere ma non decrescere

    RispondiElimina
  13. Anonimo15:34

    Parole saggie !

    RispondiElimina
  14. come al solito...ho cercato dappertutto dei consigli validi...e li ho trovati qui... quando fai qualcosa di specifico sul rapporto coi bambini piccoli? Con loro ce ne vuole tanta di pazienza e una difficile capacità di immedesimazione, senza perdere di vista comunque lo scopo educativo!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...