<data:blog.pageTitle/>

This Page

has moved to a new address:

http://15zen.net

Sorry for the inconvenience…

Redirection provided by Blogger to WordPress Migration Service
Vivi Zen: Il Miracolo del Pensiero Positivo -

venerdì 4 febbraio 2011

 

Il Miracolo del Pensiero Positivo -

Un fraintendimento piuttosto comune che ho sentito ripetere da più parti è quello di ritenere che pensare positivamente dipenda in sostanza dalla nostra abilità di ingannare (o “fregare”) la mente, facendole credere che la realtà sia migliore di quanto in effetti sia veramente.

Per coloro che hanno questa convinzione, il pensiero positivo consiste sostanzialmente in una sorta di inganno o di lavaggio del cervello che facciamo a noi stessi.

Le cose stanno davvero così? Io credo di no. E ora cercherò di spiegarne il motivo.

Pensare positivamente significa guidare e scegliere in modo deliberato dei pensieri in grado di procurarci sensazioni ed emozioni positive piuttosto che consentire ad elementi esterni di determinare quali pensieri far elaborare dalla nostra mente.

Pensare positivamente significa riconoscere che un pensiero negativo è affiorato nella nostra mente, assumerne consapevolezza e decidere intenzionalmente di distogliere la nostra attenzione da quel pensiero per focalizzarci su pensieri e immagini in grado invece di avere un impatto positivo su di noi.

Pensare positivamente non significa negare la realtà, al contrario significa riconoscerla ma decidere al contempo di concentrare la nostra attenzione e i nostri pensieri su quegli aspetti positivi che quella stessa realtà presenta.

Pensare positivamente significa dunque osservare gli eventi e le esperienze della nostra vita da una prospettiva armoniosa e costruttiva piuttosto che farci coinvolgere nella spirale di negatività in cui i pensieri non positivi sono in grado di condurci.

Pensare positivamente è proprio questo: osservare la realtà, produrre un pensiero negativo, riconoscerlo e decidere di non dargli seguito, di non consentirgli di svilupparsi e scegliere anzi di continuare ad osservare quella stessa realtà da un punto di vista diverso e positivo.

Ci sono sempre dei fiori, per chi vuole vederli – Henry Matisse

Questo significa forse farsi il lavaggio del cervello? Non penso. Quando pensiamo positivamente non stiamo ingannando la nostra mente, non la stiamo inducendo ad accogliere menzogne o a negare la realtà.

L’obiettivo del pensiero positivo è semplicemente quello di valorizzare gli aspetti positivi e gradevoli che sono insiti in ogni evento o situazione, anche quelli apparentemente più spiacevoli.

Lo sappiamo, in fondo: siamo ciò che pensiamo.

E qual è il vantaggio di consentire ad ansie, preoccupazioni o negatività di prendere possesso della nostra mente e dei nostri pensieri? Nessuno. I pensieri negativi conducono esclusivamente in un turbinio di autocommiserazione, lamentele, sensi di colpa e frustrazioni che non sono in grado di sortire alcun effetto benefico, né su di noi né sul prossimo.

Non possiamo controllare pienamente gli eventi della nostra vita, ma possiamo sempre decidere come reagirvi.

Interpretare ed elaborare le circostanze della vita in modo positivo è il meraviglioso strumento attraverso cui possiamo assumere un atteggiamento ottimista e propositivo nei confronti delle nostre esistenze, aiutando noi stessi e il prossimo a concepire la realtà da una prospettiva costruttiva e armoniosa.

-

Etichette: , ,






<< Home page

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

Iscriviti a Post [Atom]