<data:blog.pageTitle/>

This Page

has moved to a new address:

http://15zen.net

Sorry for the inconvenience…

Redirection provided by Blogger to WordPress Migration Service
Vivi Zen: Come Vincere la Timidezza

lunedì 18 gennaio 2010

 

Come Vincere la Timidezza

Ho convissuto con la timidezza per gran parte della mia esistenza. Anche oggi non posso di certo ritermene immune, ma l’esperienza e tanti piccoli passi mi hanno consentito di confinarla in uno spazio più limitato.

Mentre molte persone preferiscono pensare ad alta voce, io prediligo elaborare interiormente il mondo esterno, rispondere alle mie domande e giungere ad una risposta prima di parlare ed esprimerla a voce.

Se questo tratto della mia personalità spesso mi aiuta ad agire con il necessario raziocinio, dall’altro è anche la causa di una delle mie principali debolezze – la timidezza appunto.

Sebbene quindi non sia certamente un guru del tema (tutt’altro!) vorrei condividere alcune riflessioni sull’argomento e cercare di individuare le vie più efficaci per vincere la timidezza.

La Timidezza e la Paura

La timidezza è per molti versi radicata nel concetto di paura – una paura irrazionale di parlare, esporsi e mettersi a nudo senza maschere o freni. Alla base di tutto questo credo che ci sia un senso di insicurezza, spesso associato ad una sensibilità spiccata.

In molti casi, l’insicurezza e la paura nascono a seguito di esperienze negative, per lo più verificatesi nei primi anni di età, quando le reazioni frustranti o i commenti negativi di un adulto sono in grado di destabilizzarci al punto che ce ne trasciniamo le conseguenze in età adulta.

Personalmente, soltanto una volta divenuto più grandicello ho iniziato a rendermi conto che in genere le reazioni delle persone non erano tanto una risposta alle mie parole o ai miei comportamenti, quanto piuttosto un riflesso del loro stato d’animo, del loro umore o anche del loro carattere.

Un primo passo per superare la timidezza, dunque, è quello di riconoscere alle reazioni altrui un valore non necessariamente collegato ai nostri comportamenti o alle nostre parole.

Quando qualcuno reagisce negativamente o con rabbia verso di te, prova a non prenderla sul personale. Prova a collocarti nella prospettiva di quella persona e domandati se puoi esserle d’aiuto piuttosto che sentirti offeso o colpito. Metterti nella prospettiva altrui è la via migliore per collocare la reazione del prossimo nel giusto contesto.

In secondo luogo, è fondamentale liberarsi dei condizionamenti delle nostre esperienze negative. Usa gli errori e le critiche come strumenti per migliorarti, ma non indugiare sui pensieri negativi associati a tali esperienze. Quando un ricordo o un pensiero negativo affiora, cerca di focalizzarti su uno scenario positivo, ottimista e costruttivo.

Un altro punto importante da tenere a mente, a mio giudizio, è che le persone intorno a non sono così differenti da noi, tutt’altro. Come noi, ad un livello più o meno maggiore, sono insicuri, timidi e timorosi.
Come noi sono interessate a connettersi con il prossimo e a stabilire relazioni amichevoli. Il mondo lì fuori è pronto ad accoglierti, basta volerlo.

La Timidezza e l’Insicurezza

La timidezza è in genere radicata non soltanto nella paura, ma anche nell’insicurezza. Se non crediamo di poter fornire un valore aggiunto o interessante a una discussione, per esempio, scegliamo di rimanere in disparte e non parlare piuttosto che temere di dire banalità o inesattezze e sentirci in imbarazzo.

Per superare questo stallo, è fondamentale riconoscere il valore dei tuoi pensieri e il contributo che tu, in ogni occasione, sei in grado di offrire al prossimo. Per raggiungere il tuo potenziale e crescere come persona, è centrale condividere te stesso, la tua vita e i tuoi pensieri con il resto del mondo.

Il modo migliore per riuscire a condividere i tuoi pensieri con il prossimo è la pratica costante. Prova a importi di prendere la parola proprio quando più senti di avere timore a parlare. Esci dal guscio, esponiti.

Vedrai che il tuo sforzo verrà accolto positivamente, questo ti aiuterà ad acquisire maggiore sicurezza in te stesso e fiducia nel prossimo.

Le persone che ti sono intorno, vicine e lontane, hanno bisogno di te. Hanno bisogno dei tuoi pensieri, della tua opinione, del tuo giudizio. Ognuno di noi può aiutare il prossimo a superare i propri problemi. Ognuno di noi costituisce una preziosa e unica risorsa per il resto dell’umanità. Non limitiamoci, proviamo ad aprirci ogni giorno e totalmente verso il prossimo.

Etichette: ,






<< Home page

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

Iscriviti a Post [Atom]