<data:blog.pageTitle/>

This Page

has moved to a new address:

http://15zen.net

Sorry for the inconvenience…

Redirection provided by Blogger to WordPress Migration Service
Vivi Zen: 11/01/2010 - 12/01/2010

lunedì 29 novembre 2010

 

La Tua Crescita Personale: Da Dove Iniziare

Spesso molte persone avvertono l’esigenza di imprimere una spinta decisa al proprio processo di crescita personale, ma finiscono poi per ritrovarsi in una condizione di stallo perché, pur individuando diverse aree di miglioramento, non sanno da dove cominciare.

Libri, DVD, seminari, articoli: la montagna di informazioni, input e spunti che provengono dall’esterno finiscono per sopraffare anche le persone più determinate.

Da dove iniziare allora il tuo processo di crescita personale?

Anche se al riguardo non esiste una soluzione universale e non c’è una risposta giusta o sbagliata, possono tuttavia essere individuati una serie di metodi validi ed efficaci. Prova a trovare quello più adatto alla tua personalità.

Inizia dai Tuoi Punti Deboli

Una delle strategie più efficaci e funzionali per dare avvio o imprimere slancio al tuo processo di crescita personale è iniziare da quella che ritieni essere la tua area personale più debole, quella con i più ampi margini di miglioramento. Si può trattare della tua situazione finanziaria, delle tue relazioni, del tuo lavoro, della tua condizione fisica o di qualsiasi altra area della tua vita che ritieni abbia maggiore bisogno delle altre di essere migliorata o perfezionata.

Continua a leggere...

Etichette:


venerdì 26 novembre 2010

 

Ama La Vita, Non Le Cose

Guardiamoci intorno per un momento.

Tutti noi amiamo le cose materiali, gli oggetti, ciò che possediamo. Amiamo fare shopping, acquistare, possedere, collezionare, essere proprietari.

Perché invece non proviamo ad amare di più la vita anziché le cose?

Sicuri che non ci sentiremmo meglio?

Pensiamoci: la nostra ossessione per le cose e gli oggetti è divenuta una condizione decisamente poco salutare. Quando avvertiamo un vuoto o una mancanza nella nostra vita, cerchiamo di colmarla acquistando cose. Quando abbiamo problemi, compriamo cose. E tutti questi oggetti stanno diventando sempre più costosi, sempre più grandi, sempre più luccicanti.... sempre più inutili.

Questa ossessione per le cose ci porta a possedere sempre più oggetti, sempre più confusione, sempre più disordine... e nulla di tutto ciò che acquistiamo è in grado di dare maggiore significato alla nostra esistenza.

Noi non siamo ciò che possediamo. Prova a semplificare. Elimina tuttò ciò che non ti è davvero necessario. Riscopri l’amore per la vita e la gioia delle esperienze, la meraviglia del contatto con il prossimo e il piacere delle emozioni.

Non hai bisogno di possedere oggetti e cose materiali per essere felici.

Prova a sostituire la ricerca delle cose con l’amore per la vita. E’ più semplice ed infinitamente più appagante.

Ecco alcuni suggerimenti che puoi mettere in pratica da subito:

Continua a leggere...

Etichette: , ,


mercoledì 24 novembre 2010

 

Come Placare i Tuoi Pensieri Durante la Meditazione

Uno degli ostacoli principali per quanti cercano di avvicinarsi alla meditazione è la difficoltà a calmare la propria mente e tenere a freno il turbinio di pensieri che costantemente la invadono.

Proprio quando chiudiamo gli occhi e cerchiamo di svuotare e rilassare la nostra mente, questa inizia a divagare e ad aggrovigliarsi in una matassa di pensieri: “Cosa praparerò per cena? Devo pagare la bolletta del gas. Più tardi devo telefonare a mamma. Chissà che film fanno in TV questa sera? Domani a lavoro ho una riunione importante”.... e così via.

L’insorgere di pensieri di questo tipo durante la meditazione è un fenomeno piuttosto comune. Come fare per liberarsene e riuscire a placare la nostra mente, rendendo la meditazione un’esperienza intensa e piacevole?

1) Occupati prima dei tuoi impegni

Per evitare che i pensieri e le ansie legate a ciò che devi fare ti assalgano durante la meditazione, prima di iniziare a meditare occupati delle cose più urgenti che hai da svolgere, per es. terminare un lavoro o preparare la merenda ai tuoi figli. Compila poi una lista di tutto ciò che devi ancora fare e confida che ogni tuo impegno di cui devi ricordarti è stato trascritto e catturato in quella lista. A questo punto siediti in disparte e preparati per meditare.

Continua a leggere...

Etichette: ,


lunedì 22 novembre 2010

 

Le 10 Meravigliose Lezioni di Vita di Albert Einstein

Fisico teorico, filosofo, autore, Albert Einstein è con certezza uno dei più influenti scienziati di tutti i tempi.

La grandezza di Einstein è consistita nell'aver mutato per sempre il modello istituzionale di interpretazione del mondo fisico: nel 1905, l'anno ricordato come annus mirabilis, Einstein dimostrò la validità della teoria dei quanti di Planck, fornì una valutazione quantitativa del moto browniano ed espose la teoria della relatività ristretta, che precede di circa un decennio quella della relatività generale.

Nel 1921 ricevette il Premio Nobel per la Fisica per i suoi contributi alla fisica teorica e la sua fama dilagò in tutto il mondo: si trattò di un successo insolito per uno scienziato e, durante gli ultimi anni della sua vita, la fama di Einstein non fece che aumentare, superando quella di qualunque altro scienziato della storia. Nella cultura popolare, il suo nome divenne ben presto sinonimo di intelligenza e di grande genio.

Oltre a essere uno dei più celebri fisici della storia della scienza, fu un grande pensatore e attivista in molti altri ambiti (dalla filosofia alla politica).

Ecco alcuni degli insegnamenti più preziosi che ci ha lasciato:

Continua a leggere...

venerdì 19 novembre 2010

 

Le Meraviglie di Un Sorriso

Non richiede sforzi particolari. Non ha alcuna controindicazione. Puoi metterlo in pratica da subito. Non costa nulla. Rende il tuo volto più bello e più luminoso di quanto possano fare mille prodotti di bellezza.

Semplicemente, prova a sorridere.

Noterai istantaneamente un mondo di differenze. Ti sentirai più felice e allieterai la giornata di chi incrocierà il tuo sorriso.

Le azioni comunicano molto di più delle parole ed un sorriso trasmette al prossimo un messaggio ben preciso: “Tu mi piaci. Tu mi rendi felice. Sono contento di vederti”.

C’è stato un tempo in cui pensavo che il sorriso, come tante altre cose nella mia vita, non servisse a nulla, fosse soltanto una perdita di tempo, un palliativo infantile o una sterile immagine di facciata.

Ma gradualmente ho scoperto per mia grande fortuna che il sorriso è molto di più. Un semplice sorriso può trasformare la tua vita e quella di chi è intorno a te. Un sorriso è il modo più semplice e immediato con cui possiamo rendere migliore il mondo in cui viviamo.

Continua a leggere...

Etichette: ,


mercoledì 17 novembre 2010

 

Brevi Consigli di Felicità

La felicità è il significato e lo scopo della vita, l’obiettivo ed il fine ultimo dell’esistenza umana- Aristotele

Molte persone concepiscono la felicità come una sensazione di benessere che si prova quando si ottengono dei risultati - l'acquisto di una bella casa, un nuovo compagno, una promozione… ma tutti noi abbiamo spesso constatato che quando raggiungiamo obiettivi di questo tipo sentiamo poi che quella che percepivamo come una solida felicità finisce poi per dissolversi rapidamente. Cerchiamo allora di riconquistarla con il raggiungimento di nuovi traguardi. Come se la felicità risiedesse sempre nel domani.

Ma la felicità non coincide con il raggiungimento di obiettivi. La felicità non deve essere qualcosa che ci accadrà nel futuro, quando un giorno si verificheranno certe condizioni e realizzeremo qualche nuovo obiettivo. La felicità deve esistere a prescindere dagli obiettivi, non deve essere legata a dei risultati. Solo così potrà assumere un carattere di stabilità ed essere parte integrante della nostra vita.

La felicità non deve essere domani, deve essere qui ed ora, dove ci troviamo, con le persone con cui siamo, con le cose che facciamo. Ora, non domani.

E se ora non siamo felici, allora è il momento di agire. Questa è l’unica semplice formula per la felicità. Non aspettare domani, se non sei felice agisci ora.

Continua a leggere...

Etichette: ,


lunedì 15 novembre 2010

 

Il Tuo Posto nel Mondo

Me lo sono domandato migliaia di volte e sono certo che ciascuno di voi, cari amici, si sia posto almeno una volta una delle "fatidiche" domande della nostra esistenza:

Qual e' il mio posto nel mondo? Quale ruolo ho? Insomma, che ci faccio qui?

Niente illusioni. Una risposta univoca, LA RISPOSTA, non c'e'. O meglio, io personalmente non ce l'ho.

Ma ho qualcos'altro, qualcosa che per me e' ugualmente prezioso: ho la mia esperienza. Ho i miei sbagli, i miei fallimenti, le mie delusioni e i miei vagabondaggi nel magico mondo della felicità.

E tutto il mio peregrinare fisico e mentale nei meandri dell'esistenza mi ha insegnato che i momenti di felicita' più' autentica li ho vissuti proprio quando ho agito seguendo cio' che più' profondamente mi appartiene: il mio cuore.

Il mio cuore mi indica in ogni istante la strada da seguire, mi illumina la via e mi dice in modo chiaro e semplice che il mio posto nel mondo non e' un mestiere o un luogo fisico, ma qualcosa di più intimo e profondo: il mio posto nel mondo e' vivere ascoltando il mio cuore, seguendo le mie passioni e aiutando il prossimo ogni volta che ne ho l'occasione.

Continua a leggere...

venerdì 12 novembre 2010

 

La Gioia di Dare

Spesso riteniamo che il nostro successo e la nostra felicità dipendano da quanto siamo focalizzati su noi stessi. Soddisfare il nostro ego, i nostri impulsi e i nostri desideri ci appare a volte come la via esclusiva per raggiungere la felicità.

Purtroppo, solo raramente realizziamo che ciò non è affatto corrispondente alla realtà. Al contrario, la felicità trova la propria forma di realizzazione più genuina e autentica solamente quando riusciamo a liberarci dall’urgenza e dall’impulso impellente di soddisfare i nostri desideri per donarci completamente al prossimo, abbracciando l’immensa gioia del dare noi stessi e dedicare le nostre energie a quanti sono intorno a noi.

Concentrarti in via esclusiva sui tuoi obiettivi, sui tuoi pensieri e sui tuoi desideri produce in breve tempo una desolante sensazione di depressione e tristezza, di distacco e lontananza dal prossimo, il quale viene gradualmente percepito come un ostacolo e una minaccia rispetto al perseguimento dei tuoi successi piuttosto che come una ricchezza e una benedizione.

Prova allora ad adottare una prospettiva differente. Prova a iniziare a rivolgere la tua attenzione, i tuoi pensieri e le tue azioni innanzitutto verso il prossimo, prima che verso te stesso. Prova a focalizzarti sulla gioia e sull’autenticità del dare anziché sulla pretesa di ricevere.

Continua a leggere...

Etichette: ,


mercoledì 10 novembre 2010

 

Come Conquistare la Fiducia in Te Stesso

"Se senti una voce dentro di te che ti dice "non sei in grado di dipingere", allora senza esitare inizia a dipingere, e quella voce sarà messa a tacere." ~ Vincent Van Gogh

Capita a tutti di essere sommersi dai dubbi e dalle incertezze. Anche le persone di maggiore successo e sicure di sé si sentono a volte terribilmente insicure.

Innegabilmente, però, alcune persone hanno, rispetto ad altre, maggiore fiducia e sicurezza in se stesse.

Alcuni segnali che potrebbero essere chiari indizi di mancanza di fiducia in te stesso sono:

- Pensare che gli altri siano migliori di te
- Aspettarti sempre il peggio
- Sentire il bisogno di giustificare il tuo comportamento davanti agli altri
- Indugiare in pensieri negativi
- Reagire in modo esagerato alle critiche
- Evitare situazioni sociali
- Adottare un linguaggio corporeo difensivo e di chiusura

Se ti riconosci in alcuni dei comportamenti indicati, probabilmente hai necessità di acquisire maggiore fiducia.

Personalmente ritengo che la fiducia, come il coraggio, possa in qualche modo essere coltivata e sviluppata. Alla stregua di un muscolo, con allenamento e nel tempo, anche la fiducia può diventare più forte e potente.

Continua a leggere...

lunedì 8 novembre 2010

 

I Migliori Blog Italiani sulla Crescita Personale

Diversi anni fa, quando ho iniziato a leggere in rete i blog in lingua inglese di maggiore successo sul tema del "personal development" (come ad esempio, Zenhabits, a cui è chiaramente ispirato Vivi Zen),  mi sono presto ritrovato a pensare che sarebbe stato interessante poter leggere anche in italiano articoli e post che trattassero l'argomento della crescita e dello sviluppo personale.

Così, spinto dalla passione e dalla voglia di condividere con il prossimo gli spunti e le riflessioni che ritenessi maggiormente significativi, ho creato Vivi Zen, il mio amato blog che oggi continuo a coccolare con passione ed entusiasmo sempre crescenti soprattutto grazie al vostro formidabile e coinvolgente affetto.

Ma oltre a scrivere, adoro anche leggere ciò che di stimolante la rete è in grado di offrire e sono oggi piacevolmente impressionato dall'eccellente qualità di alcuni blog che trattano, direttamente o in modo più trasversale, il tema della crescita personale e che per me rappresentano il punto di riferimento primario sull'argomento.

Ecco allora quali sono i blog che leggo quotidianamente e che, a mio avviso, costituiscono i migliori blog in Italia sul tema della crescita personale:

Continua a leggere...

venerdì 5 novembre 2010

 

Imparare a Vivere: l'Ultima Lezione di Randy Pausch

Non sono solito pubblicare dei video nei miei post, semplicemente perché preferisco dare espressione ai miei pensieri attraverso le parole scritte. Questa è un'eccezione e ho deciso di condividere con voi questo video perchè si tratta di uno straripante inno alla vita, una testimonianza sincera, nobile e profondamente umana di come si possa amare la vita e scegliere di condividerne l'entusiamo, gli insegnamenti e la passione anche quando la morte è vicina.










Etichette: , ,


mercoledì 3 novembre 2010

 

I 7 Insegnamenti di Vita di Ralph Waldo Emerson

Ralph Waldo Emerson è stato un celebre filosofo, poeta, docente e saggista.

Noto per aver guidato il movimento trascendentalista nella metà del 19° secolo, le sue idee sono circolate negli Stati Uniti attraverso la pubblicazione di decine di saggi e oltre 1500 conferenze pubbliche.

Considerato uno dei più illustri docenti del suo tempo, il pensiero di Emerson ha influenzato profondamente numerose generazioni di pensatori, scrittori e poeti di ogni tempo.

Per cercare di avere un'idea del suo pensiero e di come la sua visione della vita sia ancora oggi straordinariamente attuale, ecco una breve rassegna di alcune delle sue frasi più significative.

1. I Pensieri Diventano Cose

"Un uomo è ciò che pensa tutto il giorno."

Chiunque abbia trasformato con successo una cattiva abitudine sa perfettamente che il pensiero positivo è il fondamento per il cambiamento. Ciò che pensiamo in ogni momento della nostra giornata trova concretizzazione nella realtà. Ciò che pensi ora sta creando il tuo presente e sta  determinando il tuo futuro.

La nostra vita è il risultato dei nostri pensieri, dei nostri atteggiamenti e del nostro umore, non il contrario. Puoi chiamarla legge dell'attrazione o in qualsiasi altro modo, ma la sostanza è che per cambiare la tua vita devi innanzitutto cambiare il tuo pensiero.

Continua a leggere...

lunedì 1 novembre 2010

 

Meditazione per Principianti: 15 Semplici Consigli per Placare la Tua Mente

I benefici della meditazione sono ormai noti: riduzione dello stress, incremento del livello di concentrazione, una diffusa sensazione di benessere, solo per citarne alcuni.

Tuttavia, sebbene numerose persone ad un certo punto della propria vita tentino di avvicinarsi all’esperienza della meditazione, solamente una piccola percentuale riesce a farne una pratica a lungo termine. Ciò è legato al fatto che i primi piccoli insuccessi sono spesso sufficienti per scoraggiare quanti si avvicinano alla meditazione mossi da semplice curiosità o desiderio di sperimentare, ma privi della necessaria pazienza e determinazione.

Ecco allora alcuni semplici consigli pratici per aiutare i più inesperti a superare gli ostacoli iniziali e ad integrare la meditazione nella propria quotidianità.

1) Fanne una pratica giornaliera.

Dedica alla meditazione un pò del tuo tempo ogni giorno, anche se solamente per 10/15 minuti. Fai in modo che la meditazione diventi una pratica, un rituale quotidiano.

2) Inizia con il respiro.

Respirare profondamente allenta le tensioni, rilassa i muscoli, aiuta la mente a distendersi ed è uno dei modi ideali per iniziare la pratica della meditazione.

Continua a leggere...

Etichette: ,


This page is powered by Blogger. Isn't yours?

Iscriviti a Post [Atom]