<data:blog.pageTitle/>

This Page

has moved to a new address:

http://15zen.net

Sorry for the inconvenience…

Redirection provided by Blogger to WordPress Migration Service
Vivi Zen: 02/01/2011 - 03/01/2011

lunedì 28 febbraio 2011

 

I Benefici della Meditazione sul Tuo Cervello

Se mediti regolarmente, saprai bene che perfino una breve sessione di meditazione al mattino ha il potere di migliorare il modo in cui vivrai l'intera giornata.

Non soltanto ti sentirai maggiormente sereno e rilassato, ma riuscirai ad avere più attenzione, a essere più positivo e a sviluppare maggiore empatia.

Questo è il motivo per il quale le tecniche di meditazione sono state studiate e raffinate per migliaia di anni.

Ma è necessario meditare per anni per poter beneficiare dei benefici della meditazione? La risposta è no, basta molto meno.

Recenti studi hanno confermato che sono ravvisabili (e misurabili) cambiamenti significativi nel cervello già dopo solo otto settimane di meditazione regolare.

Continua a leggere...

giovedì 24 febbraio 2011

 

Inizia a Vivere la Tua Vita

Da bambini sogniamo di diventare qualcuno.

Un astronauta.

Un atleta olimpico.

Un cantante.

Un ballerino.

Un grande scrittore.

E quando cresciamo? Immancabilmente questi sogni sembrano ridimensionarsi, passare in secondo piano perché percepiti come irrealizzabili e lontani dalla realtà di ogni giorno.

La "vera" vita sembra inesorabilmente prendere il posto dei nostri sogni.

Quando si diventa adulti, l'unico desiderio per molti diviene esclusivamente quello di "arrivare alla fine del mese" e per raggiungere questo obiettivo accettiamo lavori che detestiamo e che ogni mattino ci fanno svegliare scontenti e disillusi.

 Invece di vivere i nostri sogni, li seppelliamo per la necessità di fare soldi.

Continua a leggere...

lunedì 21 febbraio 2011

 

L'Arte del Perdono (e perché dico No alla Vendetta)

Cos'è in fondo la vendetta? Cos'è se non una forma di "regolamento dei conti" con cui ci diamo da fare per arrecare dolore e sofferenza a chi ci ha fatto del male?

Attraverso la vendetta arriviamo a percepire un certo livello di soddisfazione e sentiamo che "giustizia è stata fatta". Quando agiamo in modo vendicativo riteniamo di essere dalla parte della ragione e di agire in maniera pienamente legittima.

Ma riflettendo più attentamente, siamo davvero certi che la vendetta sia la risposta giusta alle ingiustizie? Siamo certi che non ci siano alternative più costruttive?5

Io la risposta ce l'ho. Per me la risposta è il perdono.

Al riguardo voglio innanzitutto sgomberare il concetto di perdono da qualsivoglia connotazione di tipo etico o religioso e concentrarmi esclusivamente sull'effetto che il perdono, a confronto con la vendetta, ha su di noi e sul mondo che ci circonda.

Continua a leggere...

venerdì 18 febbraio 2011

 

Osho: La Pace è Non-Mente

Il problema, che è alla base di tutti i problemi, è la mente stessa.

Quindi, come prima cosa, è necessario sapere che cosa sia la mente; di che materiale sia fatta, se sia un’entità o solo un processo; se sia sostanziale o solo un’apparenza.

E, a meno che non conosciate la natura della mente, non riuscirete mai a risolvere nessun problema della vostra vita.

Potete sforzarvi, ma se cercate di risolvere problemi singoli, individuali, siete destinati a fallire. Infatti, non esiste un solo problema individuale: la mente è il problema. Anche se risolvi questo o quel problema, non servirà a nulla, perché la radice rimane intoccata.

E’ proprio come potare i rami di un albero, sfrondarlo senza sradicarlo. Nuove foglie spunteranno, nuovi rami cresceranno, anche più di prima; la potatura aiuta l’albero a diventare più rigoglioso. Distruggerai te stesso, non l’albero.

Continua a leggere...

Etichette: ,


mercoledì 16 febbraio 2011

 

La Gioia di Far Risplendere gli Altri

C'è un modo incredibilmente rapido ed efficace per riprendersi da un'overdose di egocentrismo: condividere ciò che abbiamo con gli altri e aiutarli a risplendere.

Tuttavia, nel momento in cui c'è l'opportunità di avvicinarci e stringere un legame più stretto con gli altri, sembra piuttosto semplice auto-sabotarsi.

Pensieri come "Ce la posso fare da solo", "Chiedere aiuto è un segno di debolezza", "Perché dovrei dare una mano se nessuno aiuta me?" ci portano inevitabilmente sulla desolata via dell'isolamento, impoverendoci umanamente e precludendoci i meravigliosi doni che l'interazione con gli altri può offrirci.

E finiamo per perdere quella fantastica opportunità di creare cose grandiose che si presenta quando uniamo le forze con il prossimo.

Riconoscere la grandezza che risiede negli altri non è soltanto un'opportunità, ma è qualcosa di profondo che contribuisce a farci sentire bene.

C'è più di un motivo per cui aiutare gli altri a risplendere è di enorme beneficio sia per noi che per il mondo che ci circonda. Eccone alcuni:

Continua a leggere...

lunedì 14 febbraio 2011

 

I Danni della Carne: Perché Sono Vegetariano

Cosa penseresti se ti dicessi che il consumo di carne è associato con le malattie cardiovascolari, il cancro e il diabete?

O se ti dicessi che l'industria della carne uccide più di 10 miliardi di animali ogni anno, negli Stati Uniti soltanto, e che contribuisce all'inquinamento più dei gas di scarico di tutte le auto nel mondo?

Negli ultimi anni, mi sono documentato sui benefici, in termini di salute, di una dieta vegetariana, per cercare di avere un quadro chiaro sull'argomento. E ciò che ho appreso mi ha scioccato.

Non sono qui per giudicare cosa mangi o come hai deciso di vivere la tua vita, quanto piuttosto per condividere con te delle informazioni che ho raccolto e che ritengo estremamente interessanti.

Ritengo che la conoscenza sia uno strumento meraviglioso che ci dà il dono di comprendere il mondo intorno a noi e fare scelte consapevoli.

Ecco alcuni dei dati che ho trovato e raccolto:

Continua a leggere...

venerdì 11 febbraio 2011

 

Hai Già Tutto








La ragione per la quale la pubblicità funziona su gran parte di noi è data dal fatto che riesce immancabilmente a farci avvertire il bisogno di qualcosa che al momento non possediamo.

La pubblicità ci induce a ritenere che ci manca qualcosa, che se solo potessimo avere o fare quella determinata cosa, allora saremmo più felici di quanto siamo ora.

Ma le cose non stanno così.

Tu hai già tutto. Non ti serve nulla.

Puoi trovare felicità, appagamento e gioia in ciò che hai già, senza necessità di ricercare altro.

Proprio ora, hai tutto ciò di cui hai bisogno per essere felice

Più denaro, una casa più grande, un’auto più lussuosa o un vestito alla moda... niente di tutto questo sarà in grado di darti la felicità.

La felicità è nei semplici piaceri, nel trascorrere il tempo facendo ciò che ami e insieme alle persone a cui vuoi bene.

La felicità è comprendere che il mondo intorno a noi, non importa dove ci troviamo, è un miracolo sublime, è bellezza e fonte di gioia.

Ti bastano gli occhi per ammirare lo spettacolo del cielo, la meraviglia dell’acqua, il verde dei boschi e la straordinaria varietà delle persone che incontri sul tuo cammino.

Ti servono solamente le orecchie per ascoltare musica sublime, risate straripanti di vita e dolci parole appena sussurrate.

Ti è sufficiente il tatto per abbracciare un albero, accarezzare il tuo cane o stringere a te un amico.

Questi sono gli strumenti per la felicità, usali senza porti limiti e comprenderai che sono un’immensa benedizione per la tua meravigliosa esistenza.

Vivi assaporando ogni momento della tua vita come un miracolo, esulta e gioisci dei doni incantevoli che il mondo sa offrirti. E non avrai bisogno di altro. Apprezza le persone intorno a te, in tutta la loro pazza e complicata unicità, e non avrai bisogno di altro.

Hai già tutto. E la prossima volta che la TV, la radio o un giornale ti proporranno qualcosa da comprare, potrai rispondere: “No grazie, stavolta passo”.

Etichette: , ,


lunedì 7 febbraio 2011

 

Impara a Essere Vulnerabile

Cosa significa esattamente essere vulnerabili?

Secondo me significa innanzitutto essere autentici, non avere timore di rivelarsi per ciò che si é, presentarsi al mondo senza maschere, con le proprie debolezze e i propri difetti.

Non significa essere deboli, al contrario, significa avere il coraggio di mostrare la propria autenticità.

Essere vulnerabili significa rivelarsi all'altro nella proprio meravigliosa unicità.

Tutti noi in fondo al nostro cuore desideriamo rivelarci per ciò che siamo, in modo reale e autentico, senza filtri o finzioni.

Come farlo? Ecco alcune idee:

Continua a leggere...

venerdì 4 febbraio 2011

 

Il Miracolo del Pensiero Positivo -

Un fraintendimento piuttosto comune che ho sentito ripetere da più parti è quello di ritenere che pensare positivamente dipenda in sostanza dalla nostra abilità di ingannare (o “fregare”) la mente, facendole credere che la realtà sia migliore di quanto in effetti sia veramente.

Per coloro che hanno questa convinzione, il pensiero positivo consiste sostanzialmente in una sorta di inganno o di lavaggio del cervello che facciamo a noi stessi.

Le cose stanno davvero così? Io credo di no. E ora cercherò di spiegarne il motivo.

Pensare positivamente significa guidare e scegliere in modo deliberato dei pensieri in grado di procurarci sensazioni ed emozioni positive piuttosto che consentire ad elementi esterni di determinare quali pensieri far elaborare dalla nostra mente.

Pensare positivamente significa riconoscere che un pensiero negativo è affiorato nella nostra mente, assumerne consapevolezza e decidere intenzionalmente di distogliere la nostra attenzione da quel pensiero per focalizzarci su pensieri e immagini in grado invece di avere un impatto positivo su di noi.

Pensare positivamente non significa negare la realtà, al contrario significa riconoscerla ma decidere al contempo di concentrare la nostra attenzione e i nostri pensieri su quegli aspetti positivi che quella stessa realtà presenta.

Continua a leggere...

Etichette: , ,


mercoledì 2 febbraio 2011

 

Osho: Quella Meravigliosa Danza Chiamata Amore

Non ho mai detto che l’amore viene distrutto dal matrimonio. Come può il matrimonio distruggere l’amore? Certo, è vero, viene distrutto nel matrimonio, ma è distrutto da voi, non dal matrimonio. È distrutto dalla coppia.

Come può il matrimonio distruggere l’amore? Siete voi che lo distruggete, perché non sapete cos’è l’amore. Credete solo di saperlo, sperate e sognate di saperlo, ma non lo sapete davvero.

L’amore deve essere appreso: è la più grande arte che esista.

L’amore è danzare con qualcun altro. È necessario anche l’altro per conoscere cosa sia la danza. Adattarsi a qualcuno è una grande arte; creare un’armonia tra due persone… due persone significano due mondi diversi. Quando due mondi si avvicinano è inevitabile che si scontrino, se non sapete come creare armonia. L’amore è armonia. E la felicità, il benessere e l’armonia fioriscono solo dall’amore. Imparate ad amare. Non abbiate fretta di sposarvi, imparate ad amare. Diventate prima grandi amanti.

E qual è il requisito? Un grande amante è sempre pronto a dare amore, e non gli interessa che venga ricambiato o meno. Sarà sempre contraccambiato perché è nella natura stessa delle cose. È come andare in montagna e cantare una canzone: la valle vi risponderà. Avete mai sentito l’eco in montagna o in una valle? Gridate e la valle grida, cantate e la valle canta. Ogni cuore è una valle: se ci riversate amore, risponderà.

Continua a leggere...

Etichette: , ,


This page is powered by Blogger. Isn't yours?

Iscriviti a Post [Atom]