<data:blog.pageTitle/>

This Page

has moved to a new address:

http://15zen.net

Sorry for the inconvenience…

Redirection provided by Blogger to WordPress Migration Service
Vivi Zen: Agisci Ora (o perché non facciamo ciò che sappiamo di dover fare...)

mercoledì 16 gennaio 2013

 

Agisci Ora (o perché non facciamo ciò che sappiamo di dover fare...)


Sai benissimo che dovresti fare esercizio fisico, mangiare molta frutta e verdura e meno cibi grassi, fritti e dolci.

Ma sapere qualcosa e metterla effettivamente in pratica sono due cose profondamente distinte.

Sai benissimo che dovresti smettere di rimandare certe attività che sai di dover compiere. Sai benissimo che dovresti guardare meno TV e perdere meno tempo su internet. Sai benissimo che dovresti dedicarti a quella tua passione, o imparare quella lingua che da sempre avresti voluto apprendere, o imparare a suonare la chitarra, o scrivere finalmente un libro.

Il problema non è sapere. Il problema è mettere in pratica ciò che sappiamo.

Perché mettere in pratica è così difficile? Come possiamo trasformare in azione ciò che sappiamo in teoria? Cosa ci frena, e come fare per superarlo?

La risposta è semplice, ma allo stesso tempo complessa. Diamo un’occhiata.

Fare vs. Non Fare

Ciò che ci frena non è il non sapere cosa dobbiamo fare. Da questo punto di vista le cose sono piuttosto semplici:
Semplice, no? Ma invece di fare tutto questo, che è ciò che sappiamo di dover fare per raggiungere i nostri obiettivi, facciamo altro. Ecco cosa facciamo:
Parlare, rimandare, lamentarsi, sentirsi in colpa: tutto ciò non significa FARE. Tutto ciò è NON FARE.

FARE è FARE.

Ma allora cos’è che ci frena dal fare ciò che sappiamo di dover fare? Vediamo un attimo.

Quella Piccola Cosa che Ci Frena

C’è qualcosa che ci frena dal fare ciò che sappiamo di dover fare. E’ qualcosa di nascosto, è un mistero. E’ qualcosa che tutti noi abbiamo, ma che molto spesso fatichiamo a riconoscere e che quasi mai sappiamo gestire.

E’ la paura.

Perché non scrivi il primo capitolo del tuo libro o non provi a suonare il pianoforte, invece di andare su Facebook, Twitter o sul tuo account email? Perché hai paura di fallire. Hai paura di non essere abbastanza bravo. Hai paura perché non sai da dove iniziare.

Perché mangi cibi fritti anziché verdure? Perché hai paura del cambiamento. Hai paura di ciò che potrebbe metterti a disagio. Hai paura di sembrare un idiota a cena con amici quando loro mangiano cibi grassi e tu sei lì con la tua insalata.

Perché non parli con la tua compagna del momento difficile che state vivendo come coppia? Perché hai paura di essere respinto, di sembrare sciocco o vedere ferito il tuo orgoglio.

Perché non ti allontani da chi ti tratta con scarso rispetto? Perché hai paura di rimanere solo, di non essere amato o di essere giudicato male per aver fallito un’altra relazione.

Abbiamo paura, per questo ci dedichiamo ad altro invece di focalizzarci su ciò che sappiamo di dover fare.

Abbiamo paura di fallire come scrittori, insegnanti, studenti, atleti, manager, partner, madri... e allora creiamo ogni sorta di strategie più o meno inconsce per evitare quel fallimento. Finiamo per sabotare noi stessi nel tentativo di aiutarci a non fare qualcosa che temiamo possa ferirci.

E siamo bravissimi a trovare ogni sorta di escamotage per sfuggire il fallimento. Finendo per mancare completamente i nostri obiettivi, non facendo ciò che sappiamo di dover fare.

Cosa fare allora? Una sola cosa: sconfiggere la paura.

Agisci Ora: il Piano d’Azione

L’unico modo per sconfiggere la paura è FARE. La sola via per imparare a FARE è... FARE.

Ecco il piano. Non limitarti a leggerlo, mettilo in pratica!
  1. Impara facendo. Non imparare leggendo. Certamente, un pò di lettura sull’argomento non può farti che bene, ma poi metti in pratica ciò che hai letto. Non imparare parlando. Parliamo già troppo. Inizia a fare.
  2. Metti per iscritto le tue paure. Se non riesci a fare è perché hai paura. Prova a individuare quali sono le tue paure, cosa ti sta frenando dal fare. Mettile per iscritto. Anche questo significa fare.
  3. Ora scaccia via le tue paure. Sconfiggeremo le paure attraverso il fare. Hai paura di scrivere? Fallo, scrivi per soli 2 minuti. E’ un periodo di tempo così breve, così poco impegnativo, non fa paura. Hai paura di non essere in grado di imparare una nuova lingua? Ascolta musica spagnola per 2 minuti, guarda 2 minuti di film in spagnolo, ascolta 2 minuti un podcast in spagnolo. Non fa paura, è un piccolo passo, è un semplice passo. Compiendo le cose a piccoli passi, riusciamo a polverizzare le nostre paure, scopriamo che non sono reali e che non possono fermarci.
  4. Vedi il fallimento come uno strumento di apprendimento. Abbiamo una paura feroce del cambiamento perché lo vediamo come l’affermazione delle nostre incapacità. Ma non è così. Il fallimento è semplicemente un’indicazione su dove possiamo imparare e migliorare. Il fallimento è uno strumento, un’opportunità lungo il tuo processo di apprendimento.
  5. Aggiusta il tiro, e fai un pochino di più. Il procssso consiste nell’agire, fallire, imparare, riprovare correggendo il tiro. Sbagliare e riprovare traendo insegnamento dall’esperienza. Questo è l’unico segreto: agire e aggiustare il tiro man mano che procedi.
La paura non è il fattore determinante delle nostre esistenze. La paura non ci dice quale direzione prenderanno le nostre vite. E’ soltanto la nostra voce infantile che risuona nella nostra mente cercando di convincerci a non uscire dalla nostra zona di comfort. 

Ma attraverso l’azione possiamo comprendere che uscire dalla nostra zona di comfort non è affatto spiacevole: è la sensazione di esplorare nuovi territori, scalare nuove montagne, raggiungere picchi più elevati.Tutti possiamo sconfiggere la paura. Iniziamo ora.

N.B.: Questo post è un riadattamento dell’originale “The Do Plan” dal sito zenhabits.net.

Etichette: , , ,






<< Home page

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

Iscriviti a Post [Atom]