<data:blog.pageTitle/>

This Page

has moved to a new address:

http://15zen.net

Sorry for the inconvenience…

Redirection provided by Blogger to WordPress Migration Service
Vivi Zen: Come Riappropriarti delle Tue Sensazioni

mercoledì 2 luglio 2014

 

Come Riappropriarti delle Tue Sensazioni

"Andare dentro di sé è andare verso Dio. Piuttosto che correre via, corri verso di te. Vai dentro per dare un'occhiata più da vicino. La meditazione è il ponte che va da dove sei a dove dovresti essere. Solo tu puoi affermare il tuo splendore e la tua gloria. Perché gli altri non ti conoscono e continuano a condannarti. Solo tu puoi affermare definitivamente la tua illuminazione." - Osho

Trova una posizione comoda, seduto o sdraiato. Lascia che le braccia e le gambe si rilassino e, lentamente, comincia a scendere in profondità dentro te stesso. Rilassati e vai dentro. Con gentilezza sintonizzati con il tuo corpo. Lascia che la tua attenzione si focalizzi sul corpo.

Comincia a portare la tua attenzione al cuore. Sentilo come una sede di grande compassione e accettazione - come se fosse un'energia irradiata da tutto il corpo. Immagina di immergere tutto il tuo essere in questa energia di accettazione, in questa compassione. Lascia che questa accettazione crei uno spazio interiore, sempre più vasto. Lascia che questa vastità prenda il posto di tutti i giudizi. In modo che ora hai più spazio per osservare e sentirti. Hai più spazio per osservare e accettare, spazio per sentire - osserva e senti tutto ciò che trovi dentro di te.

Con questa spaziosità, questa accettazione, puoi cominciare a notare cosa sta succedendo in questo momento. Puoi notare cosa sta succedendo nel corpo. Fai un piccolo passo indietro e porta tutta la tua consapevolezza sul corpo. Osserva il corpo, cosa attira la tua attenzione? Senti delle tensioni o delle costrizioni in qualche punto? Se sì, osservale, sentile a fondo. Vedi se riesci a lasciar andare tutti i giudizi, limitandoti a stare nella sensazione e ad osservarla. Osserva con apertua, curiosità e un gentile abbandono di tutti i giudizi e le aspettative.

Nota tutti i pensieri che hai in questo momento. Come portano il tuo corpo a provare sensazioni? Quali sensazioni si svegliano con questi pensieri? Come ti fanno sentire? Tutto questo fa parte dell'osservare e sentire, osservare e lasciar accadere. Diventando molto sensibili ai segnali che ci arrivano dal corpo. Non bisogna fare altro che assaporare le sensazioni, ogni momento, molto accuratamente. E' una connessione strettissima dei nostri pensieri con le nostre sensazioni, con il nostro corpo, momento per momento.

Sii molto presente - proprio qui, proprio ora. Con il corpo, con i pensieri, con le sensazioni. Osservando, sentendo e permettendo tutto quello che c'è. Sentilo. Possiamo entrare in contatto con noi stessi in qualsiasi momento. Lascia che questa meditazione sia continua - una costante consapevolezza del corpo. Dando sempre più fiducia al corpo, semplicemente imparando ad ascoltare, gentilmente e da vicino. Il corpo è uno strumento così sensibile, che ci aiuta a entrare dentro di noi in ogni momento. Ascoltando la nostra verità ogni momento, tutte le emozioni e le sensazioni fisiche connesse.

Comincia a sintonizzarti con il tuo mondo interiore. Un mondo di sentimenti e di sensazioni.

Nota i pensieri, ogni pensiero che arriva, sempre con totale accettazione. Pensieri di giudizio, pensieri su qualsiasi tema, limitandoti ad osservarli, ritornando poi a notare le sensazioni interiori.

Comincia a prendere familiarità con le sensazioni e i sentimenti che si manifestano nel corpo, portandoli nella pancia, dandogli molto spazio e libertà di accadere. Con grande sensibilità, anche per la più piccola sensazione o sentimento. Non c'è bisogno che accada nulla, limitati a sentire e a lasciar accadere. Acquisisci familiarità con questo lasciar accadere, dagli spazio, senza giudizio, senza bisogno di cambiare alcunché. Soltanto sentendo, sintonizzandoti con il tuo mondo interiore, riscoprendolo.

E ora, datti il permesso di tornare indietro. Torna indietro lentamente e con gentilezz, ma mantieni questa consapevolezza del corpo con te, tutto il tempo. Torna indietro e apri gli occhi.

- Krishnananda

Etichette: , ,






<< Home page

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

Iscriviti a Post [Atom]